Attenzione, cancro!

 

Nel mondo moderno, il tumore al seno ha assunto una posizione leader tra le malattie oncologiche in tutti i paesi. Esperti e cliniche sviluppano e implementano nuovi metodi di trattamento di questa terribile malattia. Tuttavia, è più facile prevenire una malattia che curarla. Il tumore al seno non fa eccezione a questa regola. È possibile prevenire questa malattia? Certo! La prevenzione è divisa in primaria e secondaria.

 

Prevenzione primaria del tumore al seno

 

Lo scopo di questo tipo di prevenzione è prevenire la malattia, riducendo al minimo l'influenza di fattori negativi su una donna. Per lo più si riferisce alla sfera sociale. Tra gli strumenti per la prevenzione primaria del tumore al seno sono i seguenti:

 

  1. Attuazione di campagne volte a migliorare la situazione ambientale, ridurre l'impatto degli agenti cancerogeni, combattere il tabagismo e l'alcolismo femminile, prevenire lo stress.
  2. Uno dei fattori di rischio dello sviluppo del tumore al seno è il parto tardivo. La gravidanzae la nascita del primo bambino prima di 30 anni e l'allattamento al seno per almeno sei mesi, riducono significativamente la probabilità di avere questa terribile malattia.
  3. Ragionevole contraccezione ormonale o meccanica, pianificazione della gravidanza, rifiuto dell'aborto.
  4. Autoesame mensile delle ghiandole mammarie. Dovrebbe essere effettuato nello stesso giorno "pulito" del ciclo mestruale. Durante l'autoesame si dovrebbe prestare l’attenzione alla forma, al colore della pelle, alla forma del capezzolo, alla simmetria delle ghiandole, alla presenza di indurimenti e salienze. Inoltre, è necessario esaminare le ascelle e l'area delle clavicole. Se i singoli linfonodi sono palpabili o si riscontrano cambiamenti nelle ghiandole, bisogna urgentemente consultare un medico.

 

Mentre la prevenzione primaria è necessaria per prevenire la malattia, la secondaria è mirata alla diagnosi precoce dei primi sintomi di una formazione patologica nella ghiandola mammaria, che è fondamentale per aumentare l'efficacia del trattamento e ridurre la mortalità.

 

Prevenzione secondaria del tumore al seno

 

Queste misure preventive consistono nella conduzione dei sondaggi volti a rilevare il cancro prima della comparsa dei primi sintomi clinici. La prevenzione secondaria comprende anche la diagnosi tempestiva e il trattamento delle malattie precancerose (fibroadenomi, mastiti, mastopatie, ecc.).

 

Dall'inizio degli anni settanta in diversi paesi a livello statale, è stato introdotto un programma per la diagnosi precoce del cancro al seno. Per lo screening vengono utilizzati mammografia e ecografia mammaria. Utilizzando questi tipi di diagnostica è possibile rilevare cambiamenti pericolosi nelle fasi iniziali. I sondaggi sono raccomandati per le donne dai 45 anni e le donne più giovani che entrano nel gruppo di rischio. Di norma, vengono eseguiti al 5-7 giorno del ciclo mestruale. La frequenza raccomandata del sondaggio è una volta all'anno.

Il tumore identificato in una fase precoce e il suo trattamento tempestivo forniscono un esito positivo della terapia e una remissione stabile. Va ricordato che la mortalità tra le donne che si sottopongono regolarmente agli esami è inferiore del 50% rispetto a quelle che non vengono esaminate.

Raccomandiamo di leggere:

  • Sovrappeso e fertilità maschileSovrappeso e fertilità maschile La dipendenza della funzione riproduttiva del corpo femminile dall'eccesso di peso è stata a lungo dimostrata e studiata. Ma la questione della relazione tra l'eccesso di peso negli uomini e la fertilità è un oggetto di studio relativamente recente. Come si è scoperto, l'... più
  • Esami e analisi prima della fecondazione in vitro (FIVET)Esami e analisi prima della fecondazione in vitro (FIVET) La fecondazione in vitro è un passo serio e responsabile. Come ogni manipolazione, la fecondazione in vitro richiede un'attenta preparazione. Di seguito cercheremo di capire, quali analisi e controlli sono necessari da eseguire prima della fecondazione assistita. Perché sono neces... più
  • Crioconservazione: prendersi cura del futuroCrioconservazione: prendersi cura del futuro Grazie alle moderne tecnologie, i medici e gli specialisti della fertilità hanno fatto un significativo passo avanti nello stoccaggio di preparati biologici di alta qualità. È possibile raggiungere la maturità con l'uso della crioconservazione (congelamento).Oggi la crioc... più
  • Virus del papilloma umanoVirus del papilloma umano Nel 2008, il Comitato per il Nobel ha assegnato il premio nel campo della medicina al medico e scienziato tedesco Harald zur Hausen. Il suo contributo alle scienze mediche fu la scoperta, la sistematizzazione del papillomavirus umano (HPV) e la prova della sua connessione diretta con il cancro cervi... più
  • La storia della maternità surrogataLa storia della maternità surrogata Casi in cui una coppia sposata per vari motivi non può conoscere i sentimenti d’essere i genitori senza ricorrere ad un aiuto esterno, sfortunatamente, non sono rari. Secondo la ricerca, circa il 10% delle coppie moderne soffre di una ridotta fertilità di diversa genesi. Al giorn... più

 



Entering your comment.



* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Per favore contattate il nostro coordinatore e lui vi fornirà un piano dettagliato e vi aiuterà ulteriormente.


* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Наверх
Закрыть
X

Per eventuali chiarimenti potete contattarci inviando un numero di telefono o un indirizzo email, in seguito il nostro consulente Vi contatterà per rispondere a tutte le Vostre domande.