Casi in cui una coppia sposata per vari motivi non può conoscere i sentimenti d’essere i genitori senza ricorrere ad un aiuto esterno, sfortunatamente, non sono rari. Secondo la ricerca, circa il 10% delle coppie moderne soffre di una ridotta fertilità di diversa genesi. Al giorno d’oggi, esistono e vengono utilizzate con successo le tecnologie che consentono ai coniugi senza i figli di diventare i genitori felici. Tuttavia, il problema della sterilità esisteva sempre. Quali sono le origini dell'attuale maternità surrogata?

 

I primi riferimenti "ufficiali" alla nascita di un bambino da parte di una donna per una famiglia in cui la moglie non poteva concepire e portare a termine una gravidanza si trovano nella Bibbia. La prima madre surrogata fu la schiava egiziana Agar, che diede alla luce Ismaele da Abramo, invece di sua moglie Sarah, che soffriva di infertilità (Genesi, 16). Un'altra madre surrogata, descritta nell'Antico Testamento, era la cameriera di nome Rachele, della seconda moglie di Giacobbe, Valli. (Genesi, 30). Ha dato alla luce i due figli di Giacobbe.

 

Gli antichi ebrei ricorrevano spesso all'aiuto degli schiavi, che partorivano e davano alla luce i bambini dai mariti di donne sterili. Tuttavia, la moglie legittima del padre del bambino prendeva per la prima in braccio il neonato, dimostrando così il suo diritto indiscusso.

 

Gli uomini dell'antica Roma davano "in affitto" le loro mogli alle coppie sposate, dove per qualsiasi ragione una moglie non poteva avere un figlio. Un bambino nato da una madre "assunta" era legalmente un figlio della coppia. I faraoni dell'antico Egitto spesso sposavano le loro sorelle e, per evitare l'incesto, ricorrevano ai servizi delle loro schiave per la nascita del legittimo erede al trono e la continuazione della dinastia. In Mesopotamia, nel codice delle leggi sumeriche del re Hammurabi, una moglie sterile era tenuta a fornire al marito una schiava per la nascita di suo figlio.

 

A causa dell’assenza delle tecnologie riproduttive, a quei tempi la fecondazione della madre surrogata avveniva in modo naturale.
I fondatori della moderna fecondazione in vitro sono considerati due scienziati britannici: il ginecologo Patrick Stepthoy e il biologo Robert Edwards. Per un lungo decennio loro hanno tentato di trasferire l'embrione umano che è stato creato attraverso la fecondazione artificiale dell'ovulo. I ricercatori hanno condotto più di 600 operazioni di trasferimento senza il risultato positivo e, infine, nel novembre 1977, l'embrione si è impiantato e il 25 luglio 1978, nella piccola città inglese di Ouldem, è nata la prima bambina concepita in provetta.

 

Prima agenzia di maternità surrogata è stata fondata nel 1976 da un avvocato statunitense di nome Noel Keane. Durante il primo periodo, i programmi dell'agenzia erano tradizionali – l’ovocita utilizzato era quello della madre surrogata e veniva fecondato con lo sperma del padre biologico. Grazie al lavoro di Keane nel giro di 12 anni sono nati 302 bambini. Nel mese di aprile 1986, nella città di Ann Arbor (Michigan) è nata una bambina seguendo il programma di maternità surrogata gestazionale.  La bambina è stata concepita usando l’ovocita della madre biologica e lo sperma del padre e la gravidanza è stata portata avanti da una madre surrogata.

 

 

 

 

Raccomandiamo di leggere:

  • I noci aiutano a sconfiggere l'infertilità maschileI noci aiutano a sconfiggere l'infertilità maschile Esperti spagnoli di fertilità dicono: per la prevenzione dell'infertilità maschile, bisogna includere nella dieta quotidiana .... noci! Si sa che la dieta di un uomo influisse sulla fertilità, quindi secondo gli ultimi dati di ricerca, le noci aumentano il numero, la mobilit&agr... più
  • Fecondazione in vitro (IVF) ed endometriosi Parte 1Fecondazione in vitro (IVF) ed endometriosi Parte 1 Quanto è ammissibile ed efficace la fecondazione in vitro con la presenza dell'endometriosi? Questa domanda viene posta da tutte le donne che soffrono di disturbi della fertilità e che hanno l'endometriosi nella storia medica. In alcuni casi, la fecondazione in vitro non è racco... più
  • Trattamento dell’infertilità – IVF e metodi non tradizionaliTrattamento dell’infertilità – IVF e metodi non tradizionali Il trattamento dell’infertilità dovrebbe iniziare con una valutazione sulle proprie possibilità di rimanere incinta. Le probabilità di gravidanza calano dai 37 anni in su e dopo i 40 anni solo il 5% dei tentativi di fecondazione termina con successo. Questo fatto può essere attribuito alla diminuzio... più
  • L’attività fisica migliora la qualità dello spermaL’attività fisica migliora la qualità dello sperma Circa una coppia su tre ha difficoltà a concepire a causa della scarsa qualità del liquido seminale. Fare una mezzora di esercizio fisico moderato per tre volte a settimana può essere una strategia semplice ed efficace per migliorare la qualità dello sperma. Allo stesso tempo per migliorare la qual... più
  • Prima della procedura di fecondazione in vitroPrima della procedura di fecondazione in vitro Prima della procedura di fecondazione in vitro, la futura madre dovrebbe sottoporsi ai seguenti esami:Esame del sangue per la determinazione del gruppo sanguigno e fattore Rh. Questa analisi viene effettuata una volta, ma è necessaria, anche se si ha una nota sull'analisi fatta in precedenza.... più

 



Entering your comment.



* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Per favore contattate il nostro coordinatore e lui vi fornirà un piano dettagliato e vi aiuterà ulteriormente.


* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

X
Super promozione! Solo fino alla fine di novembre ti offriamo uno sconto sul programma di 5.000 €! Per tutti i dettagli, contatta il tuo coordinatore o lascia una richiesta sul nostro sito e ti contatteremo
Super promozione! Solo fino alla fine di novembre ti offriamo uno sconto sul programma di 5.000 €! Per tutti i dettagli, contatta il tuo coordinatore o lascia una richiesta sul nostro sito e ti contatteremo
Наверх
Закрыть
X

Per eventuali chiarimenti potete contattarci inviando un numero di telefono o un indirizzo email, in seguito il nostro consulente Vi contatterà per rispondere a tutte le Vostre domande.