Negli ultimi anni, sempre più coppie si trovano ad affrontare i problemi di fertilità. Dopo gli anni di trattamenti senza successo, come l’ultima opzione rimangono le tecniche di riproduzione assistita. Una di queste è la fecondazione in vitro. Abbiamo raccolto per voi 6 fatti sulla fecondazione in vitro i quali, forse, non sapevate ancora.

 

 

È possibile congelare i gameti "per il futuro"

 

Ci sono delle situazioni in cui la nascita dei bambini deve essere posticipata fino a tempi migliori. Queste possono essere condizioni dannose in cui lavorano i futuri genitori, un trattamento aggressivo (per esempio, chemioterapia o radioterapia). Ma il tempo è inesorabile e con l'età la qualità degli ovociti (sperma e ovuli) diminuisce. In tali casi, le cellule sessuali possono essere congelate e conservate per lungo tempo.

 

 

Grazie alla fecondazione in vitro sono nati oltre 6,5 milioni di bambini.

 

Secondo le statistiche, con l'aiuto della fecondazione in vitro sono nati più di 6,5 milioni di persone. Per fare un confronto, la popolazione della Danimarca è di circa 5,7 milioni.

 

 

La madre più anziana del mondo ha partorito con l’aiuto della fecondazione in vitro

 

Rajo Devi Lohan vive in un piccolo villaggio indiano. Si sposò all'età di 12 anni, e da quel momento, lei e suo marito tentarono senza successo di concepire un bambino. Cinque anni fa, dopo aver fatto il ricorso alle moderne tecnologie riproduttive, la coppia ha potuto finalmente sperimentare la gioia di essere i genitori felici. Ora Rajo ha 75 anni e la sua prima figlia, Naven, ha 5. La gravidanza è arrivata dopo il primo tentativo di fecondazione in vitro. A causa dell'età rispettabile della madre, il parto era difficile, ma si è concluso con successo.

L'aspettativa di vita media per le donne in India è di 68 anni. Quindi essere madre a 70 anni è un vero miracolo. Si ritiene che Rajo abbia mentito alla clinica sulla sua età, visto che, secondo il protocollo internazionale di FIVET, l'età della donna non deve superare i 50 anni.

 

FIVET è una procedura complicata

 

In generale, la procedura di FIVET non è pericolosa, ma la preparazione per essa è piuttosto complicata. Include una terapia ormonale seria, che dovrebbe preparare il corpo femminile per la gravidanza. Se FIVET viene eseguita con l'uso dell'ovulo della futura madre, e non della donatrice, viene eseguito anche il prelievo degli ovociti. Per ottenere nel corso dell'estrazione non un ma diversi gameti, per la loro rapida maturazione vengono prescritti i preparati ormonali. Il prelievo viene eseguito utilizzando un ago speciale, di norma, con l’anestesia generale. La risposta del corpo alla terapia ormonale è individuale, estremamente raro, ma è possibile il verificarsi di complicanze.

 

 

La procedura IVF può essere eseguita a spese delle quote di stato.

 

Tali quote sono fornite in quasi tutti gli stati. Di norma, solo uno o due tentativi sono gratuiti, ma la preparazione e le analisi sono a carico dei futuri genitori. In ogni caso, questo è un buon aiuto finanziario per le coppie sterili.

 

Il primo bambino nato grazie alla FIVET quest'anno ha compiuto 40 anni

 

I coniugi britannici Leslie e John Brown hanno accettato di partecipare all'esperimento sull'inseminazione artificiale dopo 9 anni di tentativi infruttuosi di concepire un bambino. All'epoca il loro ginecologo era impegnato nello sviluppo di un nuovo metodo di riproduzione. Il 10 novembre 1977, ebbe luogo il primo tentativo positivo di fecondazione in vitro e il 25 luglio 1978, nella famiglia Brown nacque una figlia, Louise. Nel 1981, Leslie andò di nuovo in clinica. Grazie alla fecondazione in vitro nel 1982, naque la sua seconda figlia, Natalie.

La prima gravidanza fu accuratamente nascosta. Tuttavia, le informazioni sono trapelate alla stampa e hanno causato un'ondata di indignazione. Leslie e John hanno ricevuto un numero enorme di lettere minatorie. Le notizie sull’inseminazione artificiale hanno causato una forte reazione del pubblico.

Ad oggi, le polemiche sulla FIVET non si sono ancora attenuate, ma tutte le argomentazioni degli oppositori svaniscono sullo sfondo che il metodo porta al mondo una nuova vita e dà la possibilità di diventare genitori.

Raccomandiamo di leggere:

  • L’influenza del cortisolo sui risultati della Fecondazione in VitroL’influenza del cortisolo sui risultati della Fecondazione in Vitro Il successo di una FIVET dipende da molti fattori , tra cui lo stato di salute,l’età e la storia riproduttiva . Alcune ricerche affermano che anche il livello dello stress affrontato da una donna è un fattore molto importante per il successo della Fecondazione in Vitro. È noto che la  condizione di... più
  • I noci aiutano a sconfiggere l'infertilità maschileI noci aiutano a sconfiggere l'infertilità maschile Esperti spagnoli di fertilità dicono: per la prevenzione dell'infertilità maschile, bisogna includere nella dieta quotidiana .... noci! Si sa che la dieta di un uomo influisse sulla fertilità, quindi secondo gli ultimi dati di ricerca, le noci aumentano il numero, la mobilit&agr... più
  •  Per quanto tempo bisogna astenersi dalle bevande alcoliche prima del concepimento? Per quanto tempo bisogna astenersi dalle bevande alcoliche prima del concepimento? Il corpo umano è il sistema più perfetto e più delicato, organizzato dalla natura stessa. Dipende dai genitori quali qualità saranno trasmessi alla prole, le migliori (forte immunità, fermezza, intelletto) o distorte, che appaiono nel codice genetico sotto l'influe... più
  • In Europa, i problemi di fertilità maschile sono arrivati a livello "epidemico"In Europa, i problemi di fertilità maschile sono arrivati a livello "epidemico" BBC informa di nuovi studi autorevoli che hanno riscontrato un declino significativo e continuo del numero di spermatozoi negli uomini in molti paesi. Con le tendenze attuali, questo potrebbe portare al fatto che entro il 2060 gli uomini diventeranno in gran parte infertili e le cause principali son... più
  • È possibile diventare un "superumano" cambiando il DNA?È possibile diventare un "superumano" cambiando il DNA? È possibile diventare un "superumano" cambiando il DNA? Nel novembre di quest'anno, uno scienziato della Southern University of Science and Technology (Cina), He Jiankui, ha affermato che grazie all'interferenza nel genoma umano, sono nati dei gemelli immuni al virus dell'HIV. Le prime r... più

 



Entering your comment.



* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Per favore contattate il nostro coordinatore e lui vi fornirà un piano dettagliato e vi aiuterà ulteriormente.


* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Наверх
Закрыть
X

Per eventuali chiarimenti potete contattarci inviando un numero di telefono o un indirizzo email, in seguito il nostro consulente Vi contatterà per rispondere a tutte le Vostre domande.