Una delle più comuni tecnologie di riproduzione assistita è la maternità surrogata. Consiste nel fatto che una donna volontariamente accetta di portare e dare alla luce un bambino geneticamente estraneo a lei, che in seguito sarà trasferito ai genitori biologici. Inoltre, da un punto di vista legale, i genitori di questo bambino saranno il padre e la madre che hanno donato il proprio patrimonio genetico, nonostante il fatto che la gravidanza è stata gestita da un'altra donna.

Ad oggi, ci sono due tipi di maternità surrogata: tradizionale e gestazionale. Proviamo a capire in cosa consistono e quali sono le loro differenze.

Maternità surrogata tradizionale

Fin dai tempi antichi, l'umanità conosceva delle situazioni in cui le mogli per una ragione o l'altra non potevano concepire e dare alla luce l'erede. In queste situazioni si faceva il ricorso all'aiuto delle donne esterne, che portavano e partorivano un bambino, il cui padre era il marito della donna infertile.

La moderna maternità surrogata tradizionale presuppone l'uso dell'ovocita di una madre surrogata e lo sperma di un padre genetico durante il concepimento. In effetti, la madre surrogata è anche la madre biologica del bambino, visto che dona il proprio ovulo. La concezione può avvenire sia con il metodo dell'inseminazione intrauterina (IUI), sia con il metodo della fecondazione in vitro (FIVET).

A differenza della maternità surrogata gestazionale, la legislazione della maggior parte dei paesi proibisce questo tipo di maternità surrogata e la paragona alla tratta di esseri umani.

Maternità surrogata gestazionale

Maternità surrogata gestazionale presuppone la fecondazione dell'ovocita della madre biologica con lo sperma prelevato dal padre biologico, ed in seguito il trasferimento dell’embrione avviene nell’utero della madre surrogata. Maternità surrogata gestazionale esclude completamente la connessione genetica della madre surrogata con il feto.

Durante la procedura di fecondazione in vitro, seguendo il protocollo della maternità surrogata gestazionale, l'ovulo in una provetta viene fecondato con lo sperma. Durante il periodo di tre o cinque giorni, l'embrione si sviluppa sotto la supervisione dell’embriologo, se necessario, vengono eseguite anche le analisi genetiche. Solo se l’embrione è di buona qualità e geneticamente sano, viene trasferito nell'utero della madre surrogata. Da questo momento in poi, la madre surrogata porterà avanti la gravidanza e partorirà il bambino, come accadrebbe nel caso di una gravidanza normale. La maternità surrogata gestazionale non è più pericolosa della gravidanza avvenuta in seguito ad un concepimento naturale.

Preparazione per la maternità surrogata gestazionale inizia con la selezione di una madre surrogata. Candidate eseguono gli esami medici e psicologici completi, passano attraverso alcuni test obbligatori. Scelta dura finché non viene selezionata una potenziale madre surrogata, che soddisfa pienamente lo specialista dal punto di vista della salute. Dopo la firma del contratto della maternità surrogata gestazionale, la madre surrogata inizia a seguire il protocollo di stimolazione ed assumere i medicinali che servono per il successo della fecondazione e l’attecchimento dell’embrione. Dopo il trasferimento di successo inizia gravidanza normale, che si concluderà con il parto, e il bambino andrà a casa con i suoi genitori biologici.

 

Raccomandiamo di leggere:

  • Maternità surrogata in UcrainaMaternità surrogata in Ucraina Secondo gli ultimi dati dell’Associazione Mondiale della Sanità, circa il 20% delle coppie sposate ha problemi nell’ambito riproduttivo. L'infertilità ha una genesi e un quadro clinico molto vasto. Indipendentemente dall'origine, la fertilità compromessa rende incomp... più
  • EndometriosiEndometriosi Molte donne in età riproduttiva sono a conoscenza di questa diagnosi. Nel mondo, l'endometriosi è al terzo posto tra le malattie ginecologiche, cedendo alle malattie infiammatorie e al mioma uterino. L'astuzia dell'endometriosi è che per lungo tempo non può dare alcun seg... più
  • Esami e analisi prima della fecondazione in vitro (FIVET)Esami e analisi prima della fecondazione in vitro (FIVET) La fecondazione in vitro è un passo serio e responsabile. Come ogni manipolazione, la fecondazione in vitro richiede un'attenta preparazione. Di seguito cercheremo di capire, quali analisi e controlli sono necessari da eseguire prima della fecondazione assistita. Perché sono neces... più
  • Il momento in cui inizia la vitaIl momento in cui inizia la vita Gli scienziati del Texas sono riusciti a cogliere il momento in cui inizia la vita. Si scopre che esso è contrassegnato da una scintilla. Durante il primo contatto dell'ovocita con lo spermatozoo, vengono rilasciati ioni di zinco, ciò spiega questo bagliore. Utilizzando etichette fluor... più
  • Legame emotivo con un bambino nato da una madre surrogataLegame emotivo con un bambino nato da una madre surrogata Durante la vita tra il bambino ed i genitori esistono dei forti legami. Il legame psicologico risveglia nei genitori la voglia di prendersi cura del proprio bambino, educarlo, impegnarsi del suo sviluppo. Proprio questo legame in una situazione di crisi induce il bambino a cercare istintivamente pro... più

 



Entering your comment.



* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Per favore contattate il nostro coordinatore e lui vi fornirà un piano dettagliato e vi aiuterà ulteriormente.


* Tutte le informazioni sono strettamente confidenziali e non saranno divulgate

Наверх
Закрыть
X

Per eventuali chiarimenti potete contattarci inviando un numero di telefono o un indirizzo email, in seguito il nostro consulente Vi contatterà per rispondere a tutte le Vostre domande.